Azzano per i giovani Stampa
Scritto da Comitato di redazione   
Giovedì 14 Maggio 2015 16:33

Il Comune di Azzano Mella, presenta venerdì 15 maggio alle ore 20.30 presso la scuola secondaria di primo grado di via Paolo VI un importante progetto per i giovani. 
Si tratta di un investimento di 990.000 € a fondo perduto destinati alla realizzazione di un nuovo edificio funzionale al Polo Scolastico, Sede dell’Istituto Comprensivo di Azzano Mella (ne fanno parte i Comuni di Azzano, Capriano e Mairano, già sede della scuola media consortile dei tre Comuni), edificio di circa 500 mq che prevede la realizzazione di una biblioteca/sala lettura, un auditorium da 100 posti e gli uffici amministrativi e della direzione didattica. Questi ultimi, attualmente localizzati nell’edificio principale, consentiranno inoltre di liberare aule didattiche.

La biblioteca e l’auditorium sono il fiore all’occhiello del progetto; sia per le necessità della scuola media consortile ma anche dei giovani, e meno giovani, di Azzano. Andranno quindi in pensione l’attuale biblioteca inadeguata per spazi e funzionalità, e probabilmente anche la sala civica in via Marconi. 
Tutti gli spazi sono su unico piano per agevolare l’accesso e si presentano con una architettura originale, tecniche costruttive innovative e impianti ad alta efficienza, in linea con gli indirizzi del PAES a cui il nostro Comune ha aderito. 
Sono anche previste opere di riqualificazione esterna con il rifacimento della viabilità che, grazie alla demolizione della imponente cabina a torre dell’Enel di via Paolo VI, verrà messa in sicurezza. E’ anche prevista  la creazione di una piazzetta in porfido arredata con pensilina per la sosta dei ragazzi collegata con la rete ciclabile. Completano il progetto i pannelli solari sul tetto della palestra per rendere l’edificio autosufficiente. 
Un importante traguardo per il comune di Azzano che è riuscito a ottenere, come altri 6 comuni della provincia, un investimento a fondo perduto di quasi un milione di euro da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con il bando 6000 Campanili del 2013 e che si è concretizzato nei mesi scorsi con il terzo rifinanziamento. Si conta di far partire i lavori a luglio approfittando della chiusura delle scuole. Il termine dei lavori è previsto per fine aprile 2016.

 

Allegati:
Scarica questo file (6000_campanili_web.pdf)Pieghevole
FacebookFacebookTwitterTwitter
 

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Per saperne di più sui cookies, vedi la Cookie Policy.

Accetto i Cookie di questo sito